10 persone nant'à u situ.

A SALVIATA,
pastizzeria tradiziunale di i Santi


Fiura di G. Baldocchi stratta da CORSE-MATIN

Frà i rituali di u cultu di i Santi, i pastizzeri di Bastia è di u so rughjone rispettanu a tradizione appruntendu a salviata, chjamata dinù a pastizzeria di i santi. Ghjè un biscottu seccu avendu a forma d'un S cum'è " salviata ", a sosula hè semplice è dà un gustu savuritu : ove, farina, butiru, zuccheru pè uttene una pasta sabbiosa cù, secondu ciò ch'è vo preferite, un muscu di licore d'anice, vaniglia, limone o amandula.

Certi porghjenu u vinu in a pasta, ma tutti ci mettenu a salvia, da induve vene u nome " salviata ". L'urigine hè bella vechja, pò esse ligata à a legenda di i Morti vultendu, durante a notte da u 1u à u 2 di nuvembre, in e so case. Tandu, i vivi duvianu accoglieli bè è appruntalli a manghjusca.